Cinque cose da ricordare di non fare nel nuovo anno

mercoledì, dicembre 30, 2015

Siete pronti per la festa di fine anno? Il 2016 è alle porte! Come imprenditori e Team Member Synergy, molto probabilmente ora state considerando i vostri obiettivi personali e quelli del vostro team per prepararvi a un nuovo anno prospero e redditizio. Per ottenere i risultati migliori, escogitate obiettivi raggiungibili e poi create un programma di azione che vi permetta di concretizzarli.

Si calcola che circa il 24% di chi ha fissato un obiettivo per l’anno nuovo continuerà a lavorarci per più di qualche settimana.  Dovete far parte del gruppo vincente nel 2016! Per raggiungere il successo fate in modo di sbarazzarvi di queste cinque abitudini tossiche per il vostro business:

Disordine

Siete un distributore Synergy ed è molto probabile che lavoriate da casa. La vostra scrivania è piena di moduli e carte? Il vostro materiale di lavoro è un po’ sparso dappertutto in casa? Se la risposta è “sì”,  è giunto il momento di fare ordine. Alcune ricerche dimostrano che gli spazi ordinati e organizzati attorno a noi aumentano la produttività. Quindi, man mano che mettete fisicamente ordine nel vostro spazio di lavoro, vi accorgerete che anche il vostro spazio mentale risulterà più sgombro e dunque sarete in grado di eseguire con maggior efficienza la vostra attività.

Tempo perso

Oggi, è quasi fin troppo facile perdere ore preziose a guardare la vostra interminabile trasmissione preferita, a fare giochi che provocano dipendenza, a leggere notizie infinite sui vostri smart phone e sui vostri tablet, o a essere tentati di dare un occhio agli onnipresenti social media.  Il mondo digitale è bellissimo, ma è anche un mondo pericoloso. E allora assicuratevi di aver fatto tutto quello che vi eravate prefissati giornalmente di fare, prima di premiarvi con un’ora di navigazione spensierata sulla rete o su Facebook.

Negatività

Le voci che sentite nella vostra testa hanno un’influenza sottile ma potente su quello che siete in grado di fare. Se dite a voi stessi di non poter raggiungere uno dei vostri obiettivi, ebbene, avete già fallito. Circondatevi di gente positiva che crede nelle vostre capacità. Perdonate voi stessi se fate degli errori. Se avete passato una settimana deludente, guardate avanti verso il potenziale della settimana che viene. Se farete uno sforzo per essere ottimisti ogni giorno, in ogni situazione, la gente graviterà attorno a voi e il vostro atteggiamento positivo vi farà ben sperare per il futuro.

Colpe

La vita sarebbe troppo semplice se tutto andasse sempre per il verso giusto.  Le difficoltà che dovete affrontare possono aiutarvi a sviluppare un certo modo di essere che farà di voi un individuo unico e prezioso. Quando dovete affrontare una situazione problematica, assumetevi la responsabilità dei vostri errori e correggeteli velocemente. Cercate di non dare la colpa a persone o situazioni che secondo voi hanno determinato una difficoltà, perché altrimenti creerete un’atmosfera negativa che non farà altro che soffocare la vostra attività. Smettetela di puntare il dito contro qualcuno o qualcosa e iniziate a considerare le questioni tatticamente per migliorare le vostre prestazioni.

Procrastinare

I nuovi obiettivi all’inizio sono difficili da digerire. Essi intimidiscono e possono sembrare irrangiungibili. Può anche succedere che vi venga da pensare che la cosa migliore da fare sia metterli da parte e non pensarci più fino all’indomani e,  prima che ve ne accorgiate, è passato un mese e non avete fatto nemmeno un passo verso il raggiungimento del vostro obiettivo. E così siate certi che questo modo di fare si rivelerà un totale disastro. Iniziate dunque a lavorare verso uno scopo a piccoli passi. Pianificate le vostre attività giornaliere la sera prima e cominciate a lavorare non appena svegli. Facendo ogni giorno un passo alla volta verso la giusta direzione alla fine arriverete a destinazione.

Synergy WorldWide

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti: